Il poeta Valentino Zeichen

Dal Blog di Luigia Sorrentino

IMG_0424 (Medium)
Valentino Zeichen intervistato da Fabrizio Fantoni in occasione della finale del Premio Poesia città di Fiumicino 2015

E’ morto oggi, 5 luglio 2016, a Roma all’Ospedale Santa Lucia, l’amico e poeta Valentino Zeichen a causa di un infarto.

Valentino era ricoverato al Santa Lucia dal 29 aprile scorso e stava facendo la riabilitazione fisica e motoria dopo l’ictus che l’aveva colpito la mattina del 17 aprile 2016. Le sue condizioni di salute erano migliorate notevolmente negli ultimi due mesi.

Valentino Zeichen aveva 78 anni, era nato a Fiume nel 1938. Gli era stato conferito da poco tempo il vitalizio della Legge Bacchelli concesso a persone illustri che versano in stato di particolare necessità.

Il primo libro di versi Area di rigore, è del 1974, l’ultimo libro uscito con Fazi, è un romanzo, La sumera, del 2015.

Valentino Zeichen è stato uno dei pochi poeti italiani che nella vita ha fatto soltanto il poeta, l’artista, difendendo la sua autonomia e la sua libertà di pensiero. Al centro della sua poesia la città di Roma, che ha profondamente amato e dove ha sempre vissuto, nella storica casetta con il tetto di lamiera di Via Flaminia, nei pressi di Piazza del Popolo e nelle vicinanze del Mausoleo di Augusto che è anche il titolo di una sua poesia.

VALENTINO ZEICHEN, IL POETA DELLA VITA
Intervista di Luigia Sorrentino
(Fabriano, settembre 2008)

[continua a leggere]

Share