• Category Archives NEWS
  • “I finalisti dell’edizione 2017” di Luigia Sorrentino

    La Giuria Tecnica del “Premio Poesia Città di Fiumicino” – composta da Milo De Angelis, Fabrizio Fantoni, Luigia Sorrentino, Emanuele Trevi – ha selezionato  i tre finalisti della sezione “Opera di poesia” e i vincitori delle sezioni “Premio alla Carriera”, “Premio Opera prima” e “Premio Poesia inedita” che partecipano alla 3a edizione del Premio.

    _ Per  l’ “OPERA DI POESIA” sono tre gli autori FINALISTI in gara :

       Alessandro Ceni, con“Combattimento ininterrotto”, Effigie, 2015.

       Alberto Pellegatta, con“Ipotesi di felicità”, Mondadori, 2017.

       Eleonora Rimolo, con“Temeraria gioia”, Ladolfi, 2017.

    _ Per la Sezione “PREMIO ALLA CARRIERA” la Giuria Tecnica ha selezionato come VINCITORE: Maurizio   Cucchi.

    _ Per la Sezione “PREMIO OPERA PRIMA” la Giuria Tecnica ha  selezionato come VINCITORE: Alessandro   Bellasio, con“Nel tempo enell’urto”, Collana gialla LietoColle 2017 e come 2° CLASSIFICATO Giovanni Ibello con“Turbative siderali”, Terra d’ulivi edizioni, 2017.      

    _ Per la Sezione  “PREMIO POESIE INEDITE” la Giuria Tecnica ha selezionato come VINCITORE: Lorenzo Babini.

    _ Per la Sezione “PREMIO TRADUZIONE”, La Giuria Tecnica ha selezionato come VINCITORE: Fawzi Al Delmi per la traduzione del libro “I canti del Mihyar il Damasceno” dello scrittore siriano ADONIS (Mondadori, 2017).

    Sabato 28 settembre 2017 nel corso della serata finale della 3a Edizione  del “Premio Poesia Città di Fiumicino” sarà proclamato il vincitore assoluto per la Sezione “OPERA DI POESIA”.

    L’evento, con le letture dei poeti e le premiziazioni, si svolgerà a Fiumicino, all’Hotel Best Western Rome Airport – via Portuense 2465 – nella sala Convegni e avrà inizio alle 18.30.

    Introducono:

    Gianni Caruso – Presidente Premio Poesia Città di Fiumicino

    Anna Maria Anselmi – Vicesindaco Comune di Fiumicino

    Arcangela Galluzzo – Assessore alla Cultura Comune di Fiumicino

    Interventi di:

    Milo de Angelis, Fabrizio Fantoni, Luigia Sorrentino, Emanuele Trevi, con la partecipazione speciale di Dino Ignani

    Nel corso della serata la Giuria Tecnica – composta da: Milo De Angelis, Fabrizio Fantoni, Luigia Sorrentino, Emanuele Trevi – e il Comitato d’Onore – composto da Vittorio Sgarbi e Tommaso Cerno – designeranno il vincitore della 3a Edizione del Premio Poesia Città di Fumicino 2017 e consegneranno i premi a tutti i vincitori: “Premio alla Carriera” a Maurizio Cucchi, “Premio Opera Prima” a Alessandro Bellasio, “Premio Poesie Inedite” a Lorenzo Babini, “Premio alla Traduzione” a Fawzi Al Delmi per la traduzione del libro “I canti del  Mihyar il Damasceno” dello scrittore siriano ADONIS  (Mondadori, Milano, 2017).

    Articolo di Luigia Sorrentino dal Blog Poesia di Rai News [cliccare per leggere]

    Share

  • “Olimpia” di Luigia Sorrentino

    luigia_bianco_nero

    Milo De Angelis nella prefazione di “Olimpia” (Interlinea 2013), afferma: “Scrivendo Olimpia, Luigia Sorrentino scrive il libro della sua vita. Olimpia punta all’essenza, tocca in profondità le grandi questioni dell’origine e della morte, dell’umano e del sacro, del nostro incontro con i millenni. Ha uno sguardo lungimirante: sguardo ampio, prospettico, a volo d’aquila. Ma ha anche improvvisi affondi nella fiamma del verso.”[…] E aggiunge: […] “I tempi s’intrecciano, entrano in un’epopea dove tutto è così nostro da diventare remoto, tutto è così perduto da diventare presente. Olimpia riesce a esprimere questo tempo assoluto, e lo fa in modo mirabile, con architetture possenti ma anche con i guizzi fulminei della vera poesia. Tempo assoluto che contiene ogni tempo.” Un’opera della maturità, sottintende il poeta scrivendo: “Olimpia punta all’essenza, tocca in profondità le grandi origini della vita e della morte.”
    Chi è per te Olimpia? [ continua a leggere ]

    Share

  • “Versi in corsa” a Fregene presso la biblioteca “G.Pallotta”

    17457816_10212038541789194_1458757043631596770_n

    Noi del “Premio Poesia Città di Fiumicino”, con la signorile e fattiva collaborazione della “Biblioteca Pallotta”, abbiamo portato a Fregene l’evento di “Poesia e Musica”.
    Protagonista, la musica del duo pianistico Tirozzi / Fabris che si è alternato alla lettura delle poesie del libro “Versi in Corsa” dello scienziato/musicista/podista/poeta Brunello Tirozzi.
    Ma il clou dell’incontro è stata la presenza di Biancamaria Frabotta, tra le voci più alte della poesia italiana, che ha ammaliato il pubblico con la lettura di alcune sue composizioni inedite. Un silenzio totalmente affascinato ha ascoltato i versi di pura poesia che la voce della poeta ha voluto regalare in anteprima.
    La sala, affollata da persone sinceramente interessate, finalmente attratte dalla bella cultura. Grazie.

    [Click sulla foto per slidshow]

     

    Share

  • Il poeta Valentino Zeichen

    Dal Blog di Luigia Sorrentino

    IMG_0424 (Medium)
    Valentino Zeichen intervistato da Fabrizio Fantoni in occasione della finale del Premio Poesia città di Fiumicino 2015

    E’ morto oggi, 5 luglio 2016, a Roma all’Ospedale Santa Lucia, l’amico e poeta Valentino Zeichen a causa di un infarto.

    Valentino era ricoverato al Santa Lucia dal 29 aprile scorso e stava facendo la riabilitazione fisica e motoria dopo l’ictus che l’aveva colpito la mattina del 17 aprile 2016. Le sue condizioni di salute erano migliorate notevolmente negli ultimi due mesi.

    Valentino Zeichen aveva 78 anni, era nato a Fiume nel 1938. Gli era stato conferito da poco tempo il vitalizio della Legge Bacchelli concesso a persone illustri che versano in stato di particolare necessità.

    Il primo libro di versi Area di rigore, è del 1974, l’ultimo libro uscito con Fazi, è un romanzo, La sumera, del 2015.

    Valentino Zeichen è stato uno dei pochi poeti italiani che nella vita ha fatto soltanto il poeta, l’artista, difendendo la sua autonomia e la sua libertà di pensiero. Al centro della sua poesia la città di Roma, che ha profondamente amato e dove ha sempre vissuto, nella storica casetta con il tetto di lamiera di Via Flaminia, nei pressi di Piazza del Popolo e nelle vicinanze del Mausoleo di Augusto che è anche il titolo di una sua poesia.

    VALENTINO ZEICHEN, IL POETA DELLA VITA
    Intervista di Luigia Sorrentino
    (Fabriano, settembre 2008)

    [continua a leggere]

    Share

  • Brunello Tirozzi – “Improvvisazioni siderali”

    Fisico son non della California/ non prendo mai una sbornia/ sulla scienza ho un orecchio/ me ne occupo parecchio/ son nato a Roma durante l’occupazione/ quando sono andato in pensione/ mi hanno fatto un’ovazione/ adesso penso alla fusione/ ho fatto cento e più pubblicazioni/ ho visitato molte nazioni/ studio i sistemi di neuroni/ agli tsunami mi son dedicato/ e uno l’ho simulato/ Biancamaria Frabotta ho sposato.

    Ho pubblicato Fisica pour parler su: http://poesia.blog.rainews.it/2016/02/brunello-tirozzi-il-fisico-poeta/

     

    Probabilità zero

    L’universo è uno spreco

    lo vede pure un cieco

    c’è molta più materia

    di quella necessaria

    la creazione è aleatoria

    le leggi sono tante

    ma nessuna è prevalente

    solo l’espansione

    è senza discussione

    spesso il calcolatore

    genera un errore

    fino all’ultimo momento

    Dio non controlla l’esperimento

    delle prove il risultato

    è strapieno il creato

    l’esistenza della popolazione

    è “ una  felice combinazione”.

     

    Prima del Big Bang

    Apprendiamo con emozione

    che l’universo è in espansione

    senza ombra di obiezione

    riandando nel passato

    nel punto dove tutto è cominciato

    ci si pone la grande questione

    cosa c’era prima dell’esplosione?

    Il tempo cambiava in ogni direzione

    chi viaggiava nel passato

    era un privilegiato

    chi andava nel futuro

    sempre un po’ scuro

    era alquanto sfortunato

    tutto stava in un punto

    creando  disappunto.

    C’è una scienza nuova

    che qualcuno disapprova

    sembra un po’ fantastica

    è la cosmologia quantistica

    deve fare i salti mortali

    per  conclusioni non banali

    il tempo è indeterminato

    lo spazio è concentrato

    sfido qualsiasi cristiano

    a trovare un risultato sano.

     

    Onde gravitazionali

    E’ una soddisfazione

    c’è una trasformazione

    una procedura nuova

    per studiare la supernova

    la mente non si arresta

    sembra quasi una protesta

    in ogni angolazione

    inizia l’esplorazione

    dell’universo lontano

    il metodo è strano

    è molto complicato

    dà un buon risultato

    usando il mondo intero

    se si misura un buco nero

    il cosmo è più avvincente

    perché non è così distante

    si possono studiare le stelle

    invece di fare le guerre

    con una buona interferenza

    si misura la potenza

    dell’onda alla partenza

    degli eventi critici

    se sono i più fatidici

    poi c’è una bella festa

    con una sigaretta a testa.

     

    Dove vanno i buchi neri

    Vorrei sapere dove cascano le pere

    si sa, in un nido di vipere

    meglio andare a un belvedere

    dove si sta ad ammirare

    la congiunzione astrale

    fra due enormi buchi neri

    che come insoliti corrieri

    vagano nello spazio siderale

    mentre stanno a ruotare

    quando è finita l’osservazione

    si serve a tutti una colazione

     

    Teoria delle stringhe

    Alcuni famosi scienziati

    dicono in convegni illuminati

    che negli acceleratori

    una particella può scappar fuori

    in una nuova realtà

    con un’altra velocità

    allora ci si chiede

    se una particella non si vede

    non sarà andata via

    per cercare compagnia?

     

    Così fan tutte

    E’  difficile parlare

    del plasma interstellare

    la situazione è peggiore

    e non basta un dottore

    se in versi tratti l’argomento

    allora è un duro cimento

    se Da Ponte del magnete parla

    io spiego il plasma a Carla

    senza essere bloccato

    in un discorso complicato

    parlare liberamente

    delle scoperte della mente

    è una bella avventura

    che non mi fa paura

     

    Quale Plasma?

    Corre lo spheromak

    contro il tokamak

    non sono le asce degli indiani

    ma strumenti assai strani

    il nome dai russi fu inventato

    per sbalordire il proletariato

    tanti plasmi alla partenza

    che si fanno concorrenza

    probabilmente vincerà

    chi l’energia solare creerà

    e più utile sarà

    al popolo afflitto

    che adesso è derelitto.

    Share

    This gallery contains 1 photographs in all as   photograph etc.

  • La realtà nella poesia di Mario Benedetti.

    12809715_1125532407491074_8622864392476432494_nNota di Luigia Sorrentino

    Perché credo fermamente che l’opera di Mario Benedetti sia di un valore unico nel panorama della poesia contemporanea? Perché leggendo la sua poesia ci troviamo di fronte a un nuovo modo di vedere la realtà, necessario a chi intenda raggiungere una definizione compiuta della nostra condizione nella nostra epoca.

    Il mondo reale che questo poeta ci mostra fin da “Umana Gloria” (Mondadori, 2004) – un’opera che riassume e condensa tutto il suo lavoro precedente pubblicato in plaquettes – trova la sua peculiarità e la sua forza nello sperimentare, attraverso la parola, il limite della realtà, una realtà che il poeta stesso definisce “ammalata”. Questa caratteristica la ritroviamo in tutti i suoi lavori di poesia, “Pitture nere su carta” (Mondadori, 2008), “Materiali di un’identità”, (Transeuropa, 2010), e anche nell’ultimo, “Tersa morte”, (Mondadori, 2013).

    – Leggi tutto su t: http://poesia.blog.rainews.it/…/la-realta-nella-poesia-di…/…

    Share

  • Valentino Zeichen

    Valentino Zeichen è un poeta e scrittore contemporaneo, nato a Fiume nel 1938 pubblica nel 1974 la sua prima antologia poetica dal titolo “Area di rigore”, nel 1999 vince il Premio Il Fiore di Chiesina Uzzanese, nel 2015 la giuria del Premio Poesia Città di Fiumicino gli assegna il premio alla carriera, nella foto il poeta intervistato da Fabrizio Fantoni nella serata conclusiva del Premio.

    Copia di IMG_0432 (Small)

     

     

     

     

     

     

    Qui di seguito il link per un breve filmato che racconta del poeta.

    https://youtu.be/jDxuYydkjW0

    Share